Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Una panchina per tutti

Festa dell’Orto e del Giardino Didattico

Condividi su:

Il 9 marzo del 2016 fu inaugurato un orto e giardino didattico recuperando uno spazio verde inutilizzato del Comune di Pescara. L’EduGarden era un progetto riferito al L.E.G., Life Long Edu Garden e in questi due anni è servito da laboratorio per educare attraverso la gestione del verde gli Allievi dell’Istituto Alberghiero e di altre associazione che hanno partecipato.

Tra i soggetti coinvolti sin dall’inizio l’Associazione DiversUguali, l’Istituto Paolo VI e la Protezione Civile Valpescara.

Ed è proprio a loro, e a tutti gli altri che hanno garantito la riuscita del progetto, che la Dirigente Scolastica Alessandra Di Pietro, oggi 29 maggio 2018, ha voluto rivolgere un saluto:

“Grazie ad una sinergia tra importanti associazioni della nostra terra, che hanno una grande sensibilità verso i ragazzi, grazie alla la prof. Rosaria Colangelo dell’istituto comprensivo n. 7 e alle docenti del comprensivo n. 2 rappresentato dalle docenti Michela Toro, Giovanna Girasante, Gabriella D’Andrea, Stefania Ponza, Egle Mariella e Alessandra Bottino, e grazie ancora a tutti  e un affettuoso abbraccio a tutti gli allievi dell’istituto De Cecco che sono qui e grazie ancora alla prof Pamela Confalone  che ha voluto con un suo dono celebrare questa importante giornata.

Con le Associazioni e le scuole si è fatta la promozione di una vera cultura, con Nicoletta Verì, per l’Istituto Paolo VI, con i loro ragazzi anche loro qui per cooperano e gestire l’orto con i nostri ragazzi.

Saluto l’associazione DiversUguali e la cara Gianna Camplone, che oggi non ha potuto essere presente, ma ha chiesto di trasmettere a voi il più caloroso ed affettuoso abbraccio.

Grazie ad Antonio Romano dell’associazione per la protezione civile Valpescara, che ha tenuto un corso di formazione, per la tutela e la salute, prezioso per i ragazzi.

Benvenuto a Sergio Diacono della chiesa San Luigi.

Per noi, e per il tutto il sistema della formazione e le associazioni, che fanno rete con noi, è fondamentale costruire un pensiero inclusivo nella scuola, nella vita e nella società, e in tal senso non possiamo limitarci ad accogliere i ragazzi che hanno difficoltà e disagi, ma inclusione significa prendersi cura di ognuno di loro e aiutare le potenzialità di ciascuno di loro.

Lo scopo della scuola è di promuovere, la scola non è semplicemente trasmissione della cultura delle materie, è un luogo dovesi veicolano una cultura più ampia, una cultura dell’accoglienza

Promuovere le capacità di ognuno e farle emergere e questo è il senso di questo orto e giardino didattico che in due anni ha visto lavorare insieme i ragazzi dei nostri istituti e le altre associazioni.

Grazie al prof Prognoli, docente Chef dell’Istituto, che ha con i suoi allievi preparato piatti utilizzando esclusivamente i prodotti cresciuti nell’orto e al prof. Cesare Cotelessa che ha organizzato gli allievi di sala per preparare il tavolo del buffet e servire gli ospiti presenti.

Un momento molto bello, questo, arricchito da un gesto della Prof. Pamela Confalone, che abbraccio a nome di tutti, che oggi ha voluto fare un dono esprimendo, concretamente, un concetto e cioè che noi siamo una bella comunità che vuole accogliere”.

La prof. Pamela Confalone, molto emozionata, ha ricordato che il dono del tavolo e delle panche viene fatto nel giorno del compleanno dello zio Piero De Flaviis, scomparso nel 2011 a soli 45 anni.

La cerimonia si è conclusa con il lancio dei palloncini tenuti in mano dai ragazzi e la benedizione fatta dal Diacono della Parrocchia San Luigi.

Condividi su:

Seguici su Facebook