Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

È andata a buon fine la “cadaverata” in piazza Salotto

Nel flash mob del 30 aprile il maltempo non ha impedito a decine di persone di simulare uno svenimento al suono di un allarme antinucleare

Condividi su:
Nonostante le condizioni del tempo atmosferico non favorevoli, il flash mob organizzato in piazza Salotto sabato 30 aprile dal Comitato abruzzese “Vota sì per fermare il nucleare” si è svolto con successo. Sono state diverse decine le persone che si sono ritrovate a Pescara all’appuntamento diffuso esclusivamente sui social network: alle diciotto in punto, al suono di un allarme antinucleare, si sono accasciate al centro di piazza Salotto e sono rimaste a terra, sotto la pioggia, per due interi minuti, simulando uno svenimento. Alcuni volontari del comitato hanno distribuito del materiale informativo in tute isolanti e hanno disseminato la piazza di croci gialle, in ricordo del disastro di Chernobyl nella settimana del suo 25esimo anniversario. A questa azione ad alto impatto motivo, realizzata in simultanea tra attivisti e utenti dei social network, sconosciuti tra di loro, hanno partecipato anche persone provenienti da altre province, che amano l’Abruzzo e l’Italia e desiderano un futuro più pulito, sostenibile, all’insegna delle risorse energetiche rinnovabili e del rispetto dell’ambiente. Tra di loro, i responsabili regionali del Comitato abruzzese Vota sì per fermare il nucleare Camilla Crisante (WWF Abruzzo), Angelo Di Matteo (Legambiente Abruzzo) e Angela Salvatore (Greenpeace Gruppo Locale di Pescara). La foto in allegato è di Simone Cerio/Parallelozero In Abruzzo aderiscono al Comitato vota sì per fermare il nucleare: ASud – Rigas, Abruzzo Social Forum, Alleanza per il clima, Alternativa Abruzzo, Animalisti Italiani, CGIL Abruzzo, Costituente Ecologista, Ecologisti democratici, Fare Verde, Fiom Abruzzo, F.P. CGIL Abruzzo, Greenpeace gruppo locale di Pescara, Italia Nostra, Lav, Lega del cane, Legambiente, Libera Abruzzo, Lipu Abruzzo, Mare libero, Mountain Wilderness Abruzzo, Movimento Difesa del Cittadino, Pro Natura Abruzzo, Slow Food Abruzzo, WWF
Condividi su:

Seguici su Facebook